SEO Tecnica: Crawling, Rendering e Indicizzazione (Cap.3)

Seo tecnica crawling

Questo capitolo ti servirà per capire come fare per indicizzare al meglio l’intero sito.

In particolare andremo a vedere come trovare e correggere gli errori di scansione (crawling)… e come inviare gli spider dei motori di ricerca a tutte le pagine del tuo sito web.

Individua i problemi di indicizzazione.

Il primo passo è trovare tutte le pagine del tuo sito che gli spider dei motori di ricerca hanno difficoltà a scansionare.
Ecco 3 modi per farlo.

Rapporto di copertura.

La prima tappa dovrebbe essere il “Rapporto sulla copertura” in Google Search Console.
Questo rapporto ti consente di sapere se Google non è in grado di indicizzare completamente o visualizzare le pagine che desideri indicizzare.

seo tecnica

Screaming Frog

Screaming Frog è il crawler più famoso al mondo per un motivo: è davvero efficace.
Quindi, una volta risolti eventuali problemi nel rapporto sulla copertura, ti consiglio di eseguire una scansione completa con Screaming Frog.

Verifica del sito con Semrush

Semrush è un ottimo strumento di SEO audit per il tuo sito.

Quello che mi piace di più di questa funzione è che ottieni informazioni sullo stato generale della SEO tecnica del tuo sito.

Rapporto sulle prestazioni del sito.

E problemi con i tag HTML del tuo sito.

Ognuno di questi 3 strumenti ha i suoi pro e contro.
Quindi, se gestisci un sito di grandi dimensioni con oltre 10.000 pagine, ti consiglio di utilizzare tutti e tre questi strumenti.
In questo modo, nulla verrà tralasciato.

Internal Link alle pagine più nascoste.

La maggior parte delle persone non ha problemi a indicizzare la propria home page.
Sono le pagine più nascoste (pagine che richiedono diversi link dalla home page) che tendono a causare problemi.

Un’architettura piatta di solito impedisce che questo problema si verifichi.
Dopotutto, la tua pagina “più nascosta” sarà a soli 3-4 clic dalla tua home page.
Ad ogni modo, se c’è una pagina nascosta specifica o un insieme di pagine che vuoi indicizzare, niente batte un buon link interno vecchio stile a quella pagina.

Soprattutto se la pagina da cui ti stai collegando ha molta autorità e viene continuamente scansionata.

Usa una Mappa XML

In questa era di indicizzazione mobile-first e AMP, Google ha ancora bisogno di una mappa del sito XML per trovare gli URL del tuo sito?
Sì.

In effetti, un rappresentante di Google ha recentemente affermato che le mappe dei siti XML sono la “seconda fonte più importante” per trovare gli URL.

(Il primo? Non l’hanno detto. Ma presumiamo link esterni e interni).
Se vuoi ricontrollare che la tua mappa del sito sia a posto, vai alla funzione “Mappe del sito” in Search Console.

Questo ti mostrerà la mappa del sito che Google sta vedendo per il tuo sito.

GSC “inspect”

Una URL sul tuo sito non viene indicizzata?
Bene, la funzione Inspect di GSC può aiutarti ad andare fino in fondo.
Non solo ti dirà perché una pagina non viene indicizzata…

Ma per le pagine che SONO indicizzate, puoi vedere come Google esegue il rendering della pagina.

In questo modo, puoi ricontrollare che Google sia in grado di eseguire la scansione e l’indicizzazione del 100% dei contenuti di quella pagina.

Fonte: backlinko.com
Traduzione: Tattica Digitale

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top