SEO: perché è fondamentale produrre contenuti di valore?

seo contenuti

🎢 SEO TIP 🎢

Google ODIA i contenuti di basso valore, tanto che l’indicizzazione è diventata un grosso problema per centinaia di milioni di siti Web in tutto il mondo. Vediamo cosa comporta questo.

❓ Perché Google dovrebbe sprecare energia e potenza di elaborazione per indicizzare e archiviare contenuti che NON saranno MAI utili e alla fine non serviranno agli utenti finali ❓

Sebbene in passato abbia indicizzato contenuti che non avevano alcun valore, le cose stanno cambiando.

Poiché Google ha portato un’integrazione dell’IA molto più forte in vari ALGORITMI come RankBrain, è necessario fare molta più attenzione prima che i contenuti vengano indicizzati.

📊 I Contenuti di Valore tipicamente includono questi segnali 📊

👉 Accessibilità della pagina / disponibilità di link interni
👉 Posizionamento di URL in modo strutturato
👉 Offerta di contenuti costanti
👉 Content independence factors
👉 Content intent alignment
👉 Link esterni e citazioni
👉 Disponibilità di canali social
👉 Crescita del brand / fiducia nel dominio
👉 Link scattering

Proviamo a vedere tutto ciò applicato ad un caso concreto.

Poniamo che gestisci un sito e-commerce che vende 10.000 prodotti, la maggior parte dei quali utilizza le descrizioni fornite dal produttore: ciò significa che la capacità del tuo sito di classificarsi per un prodotto diminuisce perché quel prodotto si trova altrove sul Web.

Questo va inevitabilmente ad inficiare l’autorità del marchio, la fiducia del dominio, la copertura della categoria, il filtro e i dati esclusi da GSC.

Ad esempio se alcuni prodotti si trovano su domini con poca autorità e volumi crescenti di URL scansionati/scoperti attualmente non indicizzati – è probabile che Google scarichi i prodotti VALIDI in un elenco di URL che hanno poco o nessun valore e, di conseguenza, l’indicizzazione diminuisce e i prodotti che esistono sul sito Web non vengono mai serviti, generano pochissime impressioni e hanno posizioni medie estremamente frammentate.

Allora cosa possiamo fare?

👉 Integra moduli di UGC (User generated content) in modo che gli utenti possano inserire contenuti relativi ai prodotti

👉 Aggiungi progressivamente contenuti indipendenti a livello di prodotto come parte di una strategia a più lungo termine per prodotti che potrebbero avere una durata maggiore

👉 Rendi i prodotti più rilevanti dinamici in modo che i link interni siano riscansionati dai motori di ricerca

👉 Incorpora le SKU più importanti dei prodotti nei titoli

👉 Costruisci link tra categorie affini

👉Evita profondità di link superiori ai 3 click da qualsiasi pagina

👉 Evita qualsiasi caricamento dinamico di categorie, in particolare qualsiasi cosa guidata da AJAX, assicurati che qualsiasi output di rendering lato server sia HTML con collegamenti accessibili

👉 Garantisci l’integrità delle URL: reindirizzamenti a hop singoli, HTTPS, barre finali coerenti, codici canonici auto-referenziati

👉 Migliora il percorso dell’utente: incoraggia una maggiore navigazione nei sottotitoli, filtri e interazioni a livello di prodotto

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top